Corso di SQL

Introduzione

Ciao e benvenuto al mio corso gratuito di SQL!

Sei pronto ad apprendere questo superpotere chiamato SQL?

SQL è utilizzato a livello globale da persone che lavorano con computer e dati. È un’abilità vitale da avere e può aiutarti a fare cose incredibili! Si tratta di una competenza richiestissima nel mondo del lavoro e della quale non c’è mai abbastanza.

Quindi, se sei interessato ai computer e ai dati, e magari lavorarci, devi assolutamente seguire questo corso SQL.

 

SQL, che sta per Structured Query Language, è un modo di comunicare con i computer in merito a dei dati. SQL ci aiuta a organizzare e porre al computer domande specifiche sulle informazioni a disposizione.

 

Immagina di avere una scatola dei giocattoli con dentro bambole, macchinine, gameboy e altro ancora. Con SQL, possiamo chiedere al computer di mostrarci tutte le bambole nella scatola dei giocattoli, o solo i gameboy blu. Possiamo persino chiedere al computer di dirci quanti giocattoli ci sono in totale o quale giocattolo è il più popolare.

 

Purché queste informazioni siano conservate in un “database”.

 

Un database è una raccolta di informazioni memorizzate su un computer. Pensalo come un gigantesco schedario con cartelle all’interno. Ogni cartella ha un’etichetta e all’interno della cartella ci sono informazioni scritte su pezzi di carta.

 

SQL ti aiuta a trovare informazioni specifiche memorizzate nel database. Ad esempio, se vuoi trovare tutte le cartelle nel tuo archivio che contengono la parola “cane”, puoi usare SQL per cercare nel database e trovare tutte le cartelle che contengono la parola “cane”.

 

SQL è un modo per comunicare con il computer che gestisce questo file. Puoi dire al computer di fare cose come cercare informazioni specifiche o aggiungere nuove informazioni al database.

 

Ecco un esempio di un semplice comando SQL:

SELECT * FROM animali_domestici WHERE tipo = 'cane';

 

Questo comando chiede al computer di cercare nel database “animali_domestici” e di trovare tutte le righe (pensa alle righe come cartelle in uno schedario) che hanno la parola “cane” nella colonna “tipo” (pensa alle colonne come etichette sulle cartelle) . L’asterisco (*) significa che vogliamo vedere tutte le colonne per ogni riga che ha la parola “cane” nella colonna “tipo”.

 

Se questo ti sembra troppo semplice, non preoccuparti: in altre lezioni vedremo come usare SQL in maniera molto più complessa e avanzata. E se invece ti sembra troppo complicato, puoi stare tranquillo: avrò premura di spiegarti tutto con chiarezza fin dalle basi.

 

Non perdere l’occasione di diventare un esperto di SQL! Iscriviti al canale e continua a guardare questo corso di SQL e imparerai a padroneggiare il mondo dei database in pochissimo tempo.

 

In descrizione trovi tutti i link utili.

 

Grazie per la visione e ci vediamo nel prossimo video!

 

Cos’è il SQL? Linguaggio SQL e i suoi dialetti

 

Benvenuto nel corso di SQL! In questo video, ti presenterò il linguaggio SQL, discutendo di SQL standard e di alcuni dialetti SQL popolari.

Proprio così: come tutte le lingue, anche il SQL ha i suoi dialetti. Ma andiamo per ordine.

Innanzitutto, parliamo di cos’è SQL. 

SQL è l’acronimo di Structured Query Language ed è un linguaggio di programmazione progettato per gestire i dati memorizzati in un sistema di gestione di database relazionali (RDBMS). SQL è costituito da un linguaggio di definizione dei dati, un linguaggio di manipolazione dei dati e un linguaggio di controllo dei dati. Il linguaggio di definizione dei dati si occupa della creazione e della modifica dello schema di un database, il linguaggio di manipolazione dei dati consente di interrogare e aggiornare i dati e il linguaggio di controllo dei dati si occupa dell’autorizzazione e della sicurezza dell’utente.

 

Parliamo ora dello standard SQL. 

SQL è stato utilizzato per la prima volta commercialmente nel 1970 e da allora è stato implementato in vari prodotti di database con alcune varianti. Nel tentativo di portare la conformità tra questi prodotti, l’American Standards Institute ha pubblicato il primo standard SQL nel 1986. Questo standard è stato aggiornato più volte, con l’ultima versione di SQL: 2011, ed è ora mantenuto sia dall’ANSI che dalla International Standards Organization. Lo standard SQL aiuta a formalizzare la sintassi e i comportamenti SQL tra i prodotti di database, particolarmente importante per i database open source come MySQL e PostgreSQL.

 

Ma anche con lo standard SQL in atto, ci sono ancora molti dialetti SQL in vari prodotti di database. Questo perché la comunità richiede costantemente nuove funzionalità e soprattutto funzionalità che non sono ancora incluse nello standard, consentendo ai fornitori o alle comunità di RDBMS di inventare le proprie strutture sintattiche. Alcuni dialetti popolari includono PL/SQL sviluppato da Oracle, Transact-SQL (T-SQL) sviluppato da Microsoft, PL/pgSQL sviluppato per PostgreSQL e il linguaggio procedurale di MySQL.

 

In ciascuno dei nostri tutorial, discuteremo le strutture e i comportamenti della sintassi SQL validi nei database e le eventuali eccezioni che possono esistere per un database specifico. 

 

Spero tu abbia trovato utile questa introduzione a SQL!

 

Non dimenticare di controllare i collegamenti nella descrizione per informazioni aggiuntive aggiornate. Ci vediamo alla prossima lezione!

 

 

DB di esempio

 

Benvenuti a questa lezione del Corso SQL!

 

In questo video vedremo tutto quello che ci serve per iniziare: un software dove possiamo effettuare query SQL e un database di esempio.

Come esempio useremo un database che gestisce i dati delle risorse umane di una piccola società.

 

È importante che tu presti attenzione e completi i passaggi che ti mostrerò più avanti nel video, poiché utilizzeremo questo database nelle lezioni future. Assicurati di seguire attentamente per ottenere il massimo da questi tutorial.

 

 

Questo è il diagramma che rappresenta il db che andremo a utilizzare:

Come puoi vedere nel diagramma del database, il database di esempio delle risorse umane ha 7 tabelle: dipendenti, lavori, reparti, persone a carico, sedi, paesi e regioni. Queste tabelle memorizzano dati su dipendenti, titoli di lavoro e fasce salariali, reparti, dipendenti a carico, sedi dei reparti, paesi in cui l’azienda opera e regioni in tutto il mondo.

 

Noterai anche che queste tabelle sono in qualche modo interconnesse tra loro. In altre parole, sono collegate da una qualche relazione. E’ a questo che ci riferiamo quando parliamo di “Database Relazionale”.

 

Table Rows
employees 40
dependents 30
departments 11
jobs 11
locations 7
countries 25
regions 4

 

In genere, è necessario installare un sistema di gestione dei database relazionali (RDBMS) per lavorare con SQL.

 

Useremo il software “DB Browser Lite” per questo tutorial, poiché è gratuito, open source e disponibile su più piattaforme. Ma niente di vieta di usare un qualsiasi altro software SQL. Se hai esperienza con altri RDBMS come MySQL, PostgreSQL, Oracle Database o SQL Server, puoi anche utilizzare gli script forniti nella descrizione del video per creare questo stesso database di esempio su una di queste piattaforme.

 

Per iniziare con “DB Browser Lite”, scarica semplicemente il database dalla descrizione del video, vai al sito web https://sqlitebrowser.org/dl/ e scarica la versione per il tuo sistema operativo ed esegui l’installazione. Quindi, apri il database che hai precedentemente scaricato ed ecco fatto: sei pronto per partire!

Download “Database SQL di esempio”

hr.db_.zip – Scaricato 19 volte – 5 KB
Non dimenticare di controllare i collegamenti nella descrizione per informazioni aggiuntive aggiornate. Ci vediamo alla prossima lezione!